Il Connettore maschio femmina: scopriamolo Lug 21, 2018 at 10:19 am

Grazie al connettore maschio femmina le aziende avranno tanti servizi

I connettori elettrici sono molto important in quanto servono a soddisfare diverse esigenze. Ce ne sono di ogni tipo ma si può parlare per tutti di un connettore maschio femmina. Questo significa che sono suddivisi in due tipologie differenti e che ogni connettore maschio ha un corrispondente tipo di connettore femmina. Per realizzare un collegamento elettrico di due o più component elettrici mediante connettore elettrico occorre infatti connettere un connettore maschio con quello femmina corrispondente.

Da cosa nasce e perchè il connettore maschio femmina?

Il connettore maschio femmina sono stati progettati appositamente perché la connessione sia stabile. Ovviamente questo genere di connessione la si può ottenere esclusivamente mediante una serie di operazioni di tipo meccanico. Facendo un esempio concreto presso i centri specializzati è possibile avere a disposizione una vasta gamma di connettori da circuito stampato THT femmina con contatto tornito e disponibili passo 1.27, 2.00  e 2.54 mm sia a singola che a doppia fila, diritti e a 90 gradi. Quando si cercano dei connettori elettrici il consiglio è quello di affidarsi a dei professionisti del settore perché è importante utilizzare prodotti resistenti. Facendo un esempio concreto si potrà scegliere tra connettori maschio e femmina da 2,36mm standard con una scelta di progettazione flessibile per le applicazioni di media potenza.

Come viene agganciato il connettore maschio femmina

I diversi terminali possono essere utilizzati in alloggiamenti e sono in grado di sostenere fino a 14,0 A con gli alloggiamenti dei circuiti più grandi e 17,0 con terminali ad alta corrente/bassa forza. Insomma, chi ha bisogno di un connettore maschio femmina non dovrà altro che scegliere quello più adeguato alle proprie necessità a un prezzo davvero molto interessante.