Gas maggior tutela: cosa sapere Giu 5, 2018 at 12:32 pm

Quando si parla di gas maggior tutela bisogna conoscerne i dettagli

La liberalizzazione del mercato del gas in Italia è avvenuta a partire dal 1° gennaio 2003, quando l’Italia si è sostanzialmente allineata al resto dell’Ue. A partire dal quel momento i consumatori italiani hanno potuto scegliere in completa autonomia di abbandonare il servizio gas maggior tutela per entrare nel mercato libero e scegliere il fornitore con le tariffe più adatte alle proprie specifiche esigenze.

I clienti che non hanno esercitato la scelta di passare al mercato libero, o che per il fallimento di un’impresa sono rimasti senza venditore di energia, fanno parte del mercato gas maggior tutela. Questo significa che le condizioni economiche e contrattuali non vengono decise dal fornitore ma sono regolate dall’Autorità dell’Energia tenendo conto dei costi di distribuzione e trasporto del gas, e anche del prezzo di compravendita del gas stesso.

Quello che differenzia il mercato gas maggior tutela dal mercato libero è che nel primo caso è l’Autorità a definire il prezzo ogni tre mesi sulla base delle condizioni economiche. In teoria chi vuole massimizzare le possibilità di risparmio in bolletta dovrebbe orientarsi sulle offerte del mercato libero del gas, questo perché grazie alla concorrenza esiste un gran numero di promozioni pensate per ogni tipo di necessità.

Per il gas la maggior tutela è ormai superata

I clienti gas maggior tutela possono comunque in qualsiasi momento passare al mercato libero, basterà sottoscrivere un contratto con il fornitore scelto. Per lo stesso motivo un utente del mercato libero potrà scegliere di tornare alle condizioni regolate dal servizio gas maggior tutela recendo il contratto di fornitura attuale e sottoscrivendone uno nuovo nel servizio di tutela. Inoltre il rientro al regime di gas maggior tutela non prevede dei costi aggiuntivi all’infuori di eventuali costi fissi legati alla sottoscrizione del nuovo contratto. Il passaggio da un mercato all’altro può avvenire in qualsiasi momento, il consiglio per l’utente è quindi quello di verificare con tutta calma i costi contrattuali prima di decidere.

Insomma, negli ultimi anni gli utenti finali possono finalmente risparmiare sul serio in bolletta abbandonando il mercato gas a maggior tutela e scegliendo tra decine di offerte. Basteranno pochi click per ottenere tutte le informazioni sulle tariffe e sottoscrivere un nuovo contratto.