Category / News

Barcellona marzo 31, 2016 at 4:57 pm

Quanti di voi avrebbero desiderato recarsi in visita a Barcellona ma hanno rinunciato a causa dell’alto costo dei biglietti aerei?

Purtroppo il numero di persone, giovani e meno giovani, che desidererebbe fare un viaggio nella città ogni anno, nelle varie stagioni, è molto alto, ma tanti di loro vengono frenato dal costo non esiguo dei biglietti aerei, e questo andrebbe ovviamente evitato, in primis per non far rinunciare i vacanzieri a fare il viaggio che desiderano, in secondo luogo per non far crollare l’economia turistica. Per fortuna alcune compagnie aeree si sono portate avanti e, conoscendo le esigenze dei possibili viaggiatori, hanno pensato di formulare interessanti opportunità di voli low cost per Barcellona. Approfittando di codeste opportunità di viaggio è possibile recarsi in visita alla città e vivere tante meravigliose esperienze senza, tuttavia, spendere cifre esageratamente alte per raggiungerla: non si sarà più costretti a chiedere aiuto ai genitori a livello finanziario, o riuscire a pagare il biglietto aereo ma, per compensare la spesa, essere costretti a alloggiare in un ostello porco e mal funzionante.

Risparmiando sul volo: volare low cost a Barcellona

Risparmiando sul prezzo del biglietto aereo, grazie ai voli low cost per Barcellona, ci si potrà permettere qualche sfizio in più una volta giunti nella meravigliosa città, avendo comunque (è doveroso specificarlo) viaggiato su aerei confortevoli, puliti e efficienti. Risparmiare non è sinonimo di scarsa qualità, ricordatevelo sempre, e i voli low cost per Barcellona risponderanno agli standard anche dei clienti più esigenti, sia ovviamente per quanto concerne il prezzo sia a livello dei confort offerti e dei servizi.

Sentendo parlare i ragazzi, non proprio i più giovani ma quelli con un’età che varia tra i 19 e i 28 anni, al percentuale di loro che vuole recarsi in visita a Barcellona è altissima, in quanto questa città attira soprattutto per i suoi colori, aromi e profumi, per il suo calore e per l’accoglienza degli autoctoni, per le meraviglie da visitare e per il fatto che sia a ridotto del mare. Più di così!

Occorre tuttavia fare attenzione, quando si decide di recarsi in visita alla città, dal momento che in molti sono i turisti che sono incorsi in truffe e in borseggi, soprattutto nelle aree più turistiche, quindi bisogna sì andarci a cuor leggero, pensando a divertirsi e ad ammirare la città, ma senza rinunciare al buonsenso.

Acquistare i voli low cost a Barcellona

E’ possibile acquistare i voli low cost a Barcellona recandosi sui siti delle compagnie low cost e cercando la soluzione di viaggio migliore per sé e per le proprie esigenze. Qualunque sia il proprio budget, accedendo con lago anticipo ai siti delle compagnie a basso costo si può approfittare di offerte molto interessanti, avendo la possibilità di risparmiare sul prezzo finale dei biglietti. Se avete pochi soldi a disposizione e non volete perdervi la possibilità di recarvi nella magica città, grazie ai voli low cost a Barcellona, oltre a consultare i siti delle compagnie aeree con largo anticipo vi consigliamo di optare per i mesi dell’anno con minore affluenza turistica, come l’inverno, la primavera o il termine dell’autunno.

Tratto da una storia vera ottobre 10, 2015 at 2:59 pm

Ammettiamolo: abbiamo sempre guardato con sospetto le offerte pubblicizzate in tv o sponsorizzate online che promettevano di guadagnare molti soldi in breve tempo con margini di rischio nulli, non è vero? E questo è assolutamente giustificabile, dal momento che molte persone, fidandosi di società poco serie e competenti, hanno rischiato i propri capitali effettuando investimenti pericolosi.

Anche io ero così, anzi quando qualcuno mi parlava del mercato o che aveva investito in borsa, gli dicevo che secondo me era matto e che avrebbe fatto meglio a non rischiare i propri capitali in un settore come quello dove un giorno puoi essere ricchissimo e il giorno dopo puoi trovarti senza un soldo.

Il cambiamento nella mia vita è arrivato quando vidi un messaggio promozionare sulla rete, il quale invitava a iscriversi al portale e effettuare un corso a pagamento per diventare un leader nel settore delle opzioni binarie. Non avevo un’occupazione al tempo e non studiavo, avevo qualche soldo da parte e ero intenzionata a capire bene come funzionasse questo meccanismo, in modo da avere prove concrete da mostrare ai miei amici sulla inattendibilità del mercato e del settore del trading. Mi iscrissi al portale, venni contattata dalla società che organizzava il corso e iniziai a seguire le lezioni online per diventare leader nel settore delle opzioni binarie, assolutamente scettica sul risultato.

Quello che invece capii era quanto fossi stata altezzosa e presuntuosa, condannando un settore come il mercato online solo perché in realtà ne avevo paura. Seguii tutte le lezioni del corso, appassionandomi sempre di più al mercato valutarie e azionario e al trading, tanto che completai le lezioni e acquisii il titolo di leader nel settore delle opzioni binarie.

Ho iniziato questo percorso scettica e altezzosa e adesso mi ritrovo a lavorare in un campo che mai avrei pensato mi potesse appassionare.

I miei amici ancora adesso mi prendono in giro!

Impresa edile a Torino settembre 4, 2015 at 1:54 pm

Se avete bisogno di costruire un edificio, se lo volete semplicemente ristrutturare all’esterno o eliminare alcune componenti della sua struttura, o qualora voleste completamente abbatterlo, potete rivolgervi a una impresa edile a Torino. Presso tali ditte lavorano operati e tecnici molto esperti e abili nell’esecuzione dei vari lavori di costruzione, ristrutturazione e demolizione in campo edile e, quindi, rivolgendosi presso tali società, si avrà la certezza di assumere i migliori professionisti del settore.

Quando si cerca un’impresa edile a Torino, soprattutto qualora non si avessero mai effettuati lavori di costruzione, demolizione o semplice rifacimento di costruzioni, spesso si può cadere nell’errore di assoldare la prima impresa che si trova disponibile, e questo potrebbe rivelarsi un errore. E’ infatti importante, quando si desidera effettuare un lavoro che interessa il campo dell’edilizia, valutare attentamente vari fattori, prima di affidare i lavori che si intendono eseguire a un’impresa edile a Torino piuttosto che a un’altra, in primis la modalità di lavoro, quindi verificare in anticipo come opera quella specifica ditta, quali materiali usa, a quali fornitori fa affidamento e via discorrendo. Poi occorre verificare che tutti gli operai che lavorano presso la determinata impresa edile a Torino siano in regola con il contratto di lavoro, altrimenti si potrebbero correre dei guai seri. In ultimo occorre analizzare il prezzo del lavoro e, qualora vi fossero più imprese che lavorano nello stesso modo ma di cui una applica prezzi inferiori, sarà più vantaggioso rivolgersi a questa in modo da risparmiare sul prezzo finale del lavoro.

Come interagire con i pessimisti agosto 27, 2015 at 3:15 pm

I pessimisti li conosciamo tutti, sono quelli che vedono il cielo sempre nero, il bicchiere mezzo vuoto e che pensano che tutte le sciagure del mondo siano capitate a loro. Se si accorgono di avere il mal di testa, pensano subito che sia una malattia grave e incurabile; la vicinanza tra i pessimisti e ipocondriaci, infatti, è molto forte.

Se vi siete imbattuti in una persona pessimista che vi ha rovinato la giornata con i suoi drammi, le sue paure, lasciandovi ancor meno felice di Pollicino quando si perde nel bosco, non temete, perché una soluzione esiste.

Interagire con le persone pessimiste può non sembrare facile: se si è di cattivo umore (capita a tutti ogni tanto)  si rischia di pensare ancora più in negativo mentre, si è allegri e si decide di rispondere a loro in modo allegro e gioviale, si rischia di incorrere in due possibilità. La prima è che loro si sentano minacciati e presi in giro se al loro muso lungo sovrapponete un bonario sorriso, la seconda è rischiare di rovinarsi la giornata.

Come comportarsi dunque?

Se non si può proprio evitare il contatto con la persona pessimista, allora la tecnica da adottare è solo una: agire d’astuzia, mostrarsi comprensivi ai drammi che affollano la sua vita, ascoltarla e non dire banalità, in quanto verranno accolte negativamente. Quindi, ascoltate, non dite nulla (tanto è superfluo, in quanto la persona pessimista ha unicamente bisogno di parlare, solitamente non ascolta e quello che dite entrerà da un orecchio e uscirà dall’altro), poi abbracciatela e proseguite per la vostra strada. Lasciatevi scivolare via le sue ansie, preoccupazioni e drammi, tanto domani ne avrà di nuovi. Voi, comunque, non dimenticatevi mai di sorridere.

Cocktail di gamberetti con la salsa rosa agosto 3, 2015 at 6:09 pm

Il cocktail di gamberetti andava di moda negli anni Ottanta, momento di boom economico che si è ripercosso anche a livello culinario: gli italiani avevano più soldi, molti si recavano a studiare in altri paesi del mondo, apprendevano ricette e le riproponevano in Italia, e così sono nati nuovi abbonamento e nuovi sapori molto gradevoli per il palato e decisamente gustosi. Il cocktail di gamberetti è semplice da preparare ed è possibile offrire ai propri ospiti un antipasto di pesce gustoso e sfizioso con il minimo sforzo.

La ricetta che vi segnaliamo è quella per preparare un cocktail di gamberetti davvero velocissimo, in quanto vengono usati solo prodotti già pronti e, quindi, non occorre nessuna cottura né assemblaggi di ingredienti. Il risultato finale sarà eccellente e il tempo che vi occorrerà per preparare questa portata è davvero minimo. Siete pronti a scoprire come preparare un velocissimo, ma non per questo poco gustoso, cocktail di gamberetti?

Prendere i gamberetti già sgusciati, i quali si trovano solitamente al supermercato ove c’è il pesce. Scolateli e sciacquateli sotto l’acqua corrente, in modo da eliminare il sapore forte dato dall’acqua di conservazione. Allargate una foglia grande di lattuga, dopo averla lavata, in un piatto e, al centro, mettete i gamberetti. Acquistate la sala rosa già pronta (di solito si trova al supermercato nel reparto sughi, vicino alla maionese) e mettetene due cucchiai sopra i gamberetti.

Cocktail di gamberetti

Offerte fibra ottica luglio 27, 2015 at 3:04 pm

 

La fibra ottica è molto richiesta negli ultimi anni, in quanto consente di accedere a molti vantaggi interessanti e, pertanto, non solo le aziende la richiedono sul mercato ma anche i privati. Se, fino ad alcuni decenni orsono, nessuno si preoccupava del discorso relativo alla velocità di connessione e per quanto concerne il segnale di ricezione, adesso tali problemi sono molto attuali e pertanto, occorre trovare il modo per riuscire a navigare con facilità, in modo veloce e sicuro. Oltre alla connessione sul web è molto importante al fibra ottica anche per altri servizi, quali la potenza del segnale e via discorrendo, quindi qualora si volessero aumentare tali opportunità, a casa o in qualunque anche luogo di vita e/o lavoro, è possibile accedere alle offerte di fibra ottica. Grazie a esse è possibile accedere a interessanti opzioni di connessione e navigazione, risparmiando al contempo anche cifre elevate a livello economico.

Le offerte di fibra ottica vengono promosse dalle compagnie telefoniche e dalle società di Internet e telefonia e, per conoscere quali sono quelle migliori disponibili in un certo mese, per non rischiare di far scadere l’offerta è consigliabile recarsi velocemente a un centro specializzato per conoscere quali offerte sono disponibili e sottoscrivere un abbonamento per l’installazione dell’opzione che vi interessa maggiormente.

Le offerte di fibra ottica a disposizione degli utenti sono molte: a seconda delle proprie specifiche esigenze è possibile scegliere quella che fa più al proprio caso e si potrà comunicare, telefonare e navigare velocemente su Internet a costi contenuti e in sicurezza.

VISURE IPOTECARIE : PASSAGGI DI PROPRIETA’ SENZA ROGITI NOTARILI marzo 26, 2015 at 12:14 pm

L’ultimo Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministero dello Sviluppo Economico ha varato un disegno di legge per cui non sarà più necessario rogitare presso un notaio l’acquisto di un immobile non abitativo, quale uffici, capannoni e locali commerciali, di valore catastale non superiore a 100mila euro, ma basterà recarsi presso un avvocato

che potrà svolgere questo servizio dovranno essere abilitati al patrocinio e muniti di polizza assicurativa pari almeno al valore del bene dichiarato nell’atto.

 
Nel testo del disegno di legge viene anche specificato che
le visure ipotecarie e catastali per la redazione degli atti e delle dichiarazioni legate alla compravendita, nonché le comunicazioni dell’avvenuta sottoscrizione degli atti agli uffici competenti, sono a carico della parte acquirente, donataria o mutuataria, ma le operazioni di autentica dovranno essere effettuate gratuitamente

Legge che potrebbe ritenersi interessante se non fosse per il Consiglio Nazionale del Notariato che affida ad una nota la sua contrarietà a tale progetto :

Le transazioni senza controllo notarile espongono il sistema Paese, e in particolare le fasce più deboli dei cittadini, a forti rischi di criminalità, abusi e frodi con un grave danno economico e sociale”. “In campo immobiliare basta osservare cosa è successo dove non esiste il controllo di legalità preventivo del notaio: le frodi identitarie e ipotecarie emerse negli Stati Uniti con la crisi dei mutui subprime hanno provocato multe per oltre 100 miliardi di dollari inflitte alle banche americane e milioni di cittadini (le fasce meno abbienti) sono rimasti senza casa a causa delle frodi” – aggiungono …..Ed inoltre in Italia «La rimozione per tali atti, infatti, del regime dei controlli di legalità affidati al notariato, porterà ad una inevitabile rarefazione delle verifiche in materia di antiriciclaggio (oggi il 91% delle segnalazioni delle professioni provengono da notai), minando l’affidabilità dei pubblici registri».

In Italia il settore è caratterizzato da un sistema di governo pubblico che assicura trasparenza alle transazioni immobiliari e tutela le parti da eventuali vizi che possono inficiare il mercato. Ciò è possibile attraverso una sinergia virtuosa tra agenzie pubbliche (Agenzia delle Entrate-Area Territorio e Archivi Notarili sotto il controllo del Ministero della Giustizia, attraverso cui è possibile richiedere le visure ipotecarie) e un numero programmato, e dunque controllabile, di “concessionari” (notai – pubblici ufficiali)all’avanguardia mondiale nella trasmissione digitale in sicurezza degli atti” – conclude il comunicato.


I notai hanno forse sviluppato una responsabilità sociale e civile oppure la nota affidata alla carta stampata è appannaggio della paura di perdere i loro diritti di casta?.

Ricordiamo che ad oggi il disegno di legge è all’esame delle Camere.

Investire nel Trading online con un investimento minimo febbraio 17, 2015 at 1:43 pm

Al giorno d’oggi, complice la crisi economica che ha investito il mercato del lavoro, il settore del trading online sta avendo molto successo. Si tratta dell’attività di investimento in alcuni dei mercati online, quali il Forex ovvero il più grande mercato virtuale dedicato allo scambio delle valute. La semplicità di accesso a questo tipo di attività aperta a tutti sta coinvolgendo un gran numero di persone nel mondo. Per poter iniziare a investire in un mercato online basta infatti possedere un computer connesso al web, registrarsi presso una delle migliori piattaforme broker e aprire un conto online. Al riguardo, a coloro che sono dei neofiti in tale campo è consigliato un periodo di formazione preliminare, avvalendosi degli strumenti appositamente messi a punto, quali i manuali di trading, il supporto degli esperti e le prove pratiche che è possibile effettuare a seguito dell’apertura di un conto demo. Una delle prime domande che si pongono coloro che desiderano immettersi nel mondo delle operazioni finanziarie virtuali è: “Con il trading online l’investimento minimo qual è?”. Attualmente le piattaforme broker hanno abbassato in modo considerevole la soglia di quello che viene definito il trading online investimento minimo. Inizialmente il Forex richiedeva infatti un importo iniziale di 5000 euro, ma con l’apertura al più vasto pubblico tale cifra si è abbassata notevolmente. Oggi è possibile investire nel Forex con un importo iniziale tra i 100 e i 400 euro, anche se la cifra effettiva dipende poi dalle singole piattaforme. La soglia del trading online investimento minimo è consigliata soprattutto a coloro che sono nuovi nel settore e che pertanto devono ancora impratichirsi con questa attività.

Essere casalinga dicembre 29, 2014 at 1:13 pm

casalingaLe casalinghe, diciamoci la verità, sono tra le categorie di lavoratrici tenute meno in considerazione nell’intero panorama contributivo, previdenziale e retributivo. La concezione comune, un tempo, voleva che l’uomo lavorasse e la donna stesse in casa a occuparsi della famiglia e dei figli, mentre adesso una donna che non lavora, da parte di gran parte della comunità, viene vista arricciando un po’ il naso.

Se si ha la fortuna di avere un marito con un buono stipendio, sufficiente a vivere in maniera dignitosa, si hanno dei bambini piccoli e risulterebbe ancor più dispendioso se la donna andasse a lavorare, oltre alla scomodità per gli spostamenti dei bambini, la loro educazione e il tempo che si presterebbe alla loro crescita, una donna può decidere di fare la casalinga, senza dover per questo affrontare gli sguardi pieni di compatimento o di rifiuto da parte della società.

Nell’immaginario comune una donna che fa la casalinga si riposa e non si spacca la schiena al lavoro come il marito. Un tempo le era riconosciuta una posizione di alto rango, in quanto era colei che mandava avanti la casa, adesso ormai siamo entrati talmente in una cultura consumistica, di affari e di poco tempo da dedicare alla famiglia, che non sono pochi i casi di coniugi che lavorano tutto il giorno, rientrano a casa alle 19 di sera, ringraziano la baby sitter e, tra preparare la cena, farsi la doccia e controllare il palmare, hanno ben poco tempo da dedicare ai figli. Ovviamente esistono le eccezioni, e il nostro scopo non è assolutamente quello di emetter giudizi, ma solo di far luce su una importante verità. Ovvero che le donne che fanno le casalinghe sono da ammirare: si occupano della casa, della spesa, delle bollette, lavano, stirano, cucinano, si occupano dei figli, li seguono con i compiti, li vanno a prendere e li portano a scuola e alle attività extra-scolastiche e gestiscono tutta la sfera relativa alla famiglia e alla casa senza battere ciclo. Anche a loro, così come alle super manager, dovrebbe essere riconosciuto uno stipendio, perché il ruolo della donna di casa e della mamma a tempo pieno è bellissimo, ma è anche il più faticoso che esista.

Chi sceglie di fare le vacanze in autunno ottobre 17, 2014 at 10:32 am

Quando si lavora in aziende che non chiudono durante il periodo estivo, ci si ritrova a dover affrontare l’argomento delle ferie durante le riunioni di team, oppure presentando un documento di richiesta ferie al proprio responsabile, il quale può approvarlo o meno. Anche nel caso in cui si avessero molti giorni di ferie accumulati, si può prevedere di sfruttarli al massimo, oltre alle settimane di chiusura aziendale, anche in altri periodi dell’anno, in modo da avere la possibilità di staccare la spina dal lavoro e rigenerare il corpo e la mente.

Coloro che, avendone la possibilità, scelgono di fare le vacanze durante la stagione autunnale sono in numero crescente, ma perché? Analizziamo i pro e i contro di questa scelta.

Innanzitutto, tra i pro, occorre valutare il fatto che, effettuando le vacanze in autunno invece che in estate, si avranno minori possibilità di obiezione da parte del capoufficio, in quanto se si dà la propria disponibilità a lavorare ad agosto, quando tutti lasciano l’ufficio per le ferie, si potranno consumare durante l’autunno quando tutti saranno nuovamente alle scrivanie, recando minori danni legati al calo di personale per l’azienda. Inoltre, facendo le vacanze da ottobre in poi, i costi saranno più contenuti e , quindi, vi sarà anche la possibilità di usufruire di qualche pacchetto last minute o di offerte vantaggiose da parte dei resort. Bisogna tuttavia considerare, tra i contro, il fatto di affrontare il caldo d’agosto incollati alla scrivania e, quindi, come premio, occorre almeno scegliere una meta turistica ove ci sia la sicurezza di trovare il caldo e il sole, come il sud Italia o le isole tropicali. In questo modo si risparmierà, si avrà il benestare del capo, ci si riposerà con minore caos nei luoghi di villeggiatura e si ritornerà belli abbronzati, a fronte dei propri colleghi nuovamente pallidi. Non male vero?